Strade Perdute

CORSO DI SCRITTURA ISPIRATO AL CINEMA DI DAVID LYNCH

Clicca sull’immagine e prenotati in automatico per partecipare all’open day

PIANO DEGLI INCONTRI:

-1-
Mostro, outsider, freak – Il diverso che affascina
Visione e commento di estratti tratti da Eraserhead – La mente che cancella e The
Elephant Man. Esempi di freak e personaggi inquietanti nel cinema e nella letteratura. Spunti, consigli e riflessioni per creare un personaggio che non lasci indifferenti. Il villain impossibile – da Frank Booth, a Bobby Peru e Mystery Man: psicologia e comportamento dell’antieroe lynchiano.


-2-
L’inquietudine nel quotidiano – Visione e commento di estratti tratti da Velluto Blu,
Mulholland Drive, Strade perdute e Inland empire – il lato oscuro di Hollywood, l’identità sdoppiata.
Stanze e strade – Dai mondi ai micromondi, la falsa immobilità.
È sempre Dale Cooper – il protagonista ricorrente e la metafora del Mago di Oz nei protagonisti delle pellicole lynchiane.

-3-
Mondi che producono altri mondi – Eraserhead, La mente che cancella: la narrazione di un’inquietudine. Henry Spencer e il timore di diventare padre, questa apprensione è il fulcro da cui parte il film. Henry Spencer è David Lynch? Henry Spencer siamo noi?
L’Io, l’Es e l’espressionismo narrativo, sta tutto dietro quella tenda. Dal biografico al narrativo – Tecniche, spunti ed esempi per trasporre su carta il proprio vissuto senza scadere nella banale biografia.

-4-
Lo scarafaggio lynchiano – Lynch in letteratura: scrittori e racconti affini per atmosfere e tematiche.
Da Laura Palmer alle creepypasta – Come un’idea o un personaggio possono diventare iconici e generare una mania collettiva.
Differenze tra la forma lunga (romanzo) e il racconto. Analisi della forma classica (scena iniziale, punto di tensione centrale, finale) e come scardinarla.
Tecniche di scrittura applicabili al racconto breve (il correlativo oggettivo, il twist, il cliffhanger, l’agnizione, la peripeteia).

-5-
La ripetizione, l’alienazione, la cadenza come formule per creare angoscia e claustrofobia. Il dialogo adatto alla forma breve.
Le fasi della scrittura di un racconto breve (brainstorming, scaletta, editing – refusi, punteggiatura e lunghezza delle frasi, aspetto grafico, margini e interlinee, coerenza strutturale).


Cinque mercoledì, dalle 21.00 alle 23.00, nella nostra sala di Via Curiel 15/2


Con Stefano Bonazzi

Di professione webmaster e grafico pubblicitario, realizza composizioni e fotografie ispirate al mondo dell’arte surrealista. Le sue opere sono state esposte, oltre che in Italia, a Londra, Miami, Seul, Monaco.
Nel 2014 pubblica per l’editore Newton Compton il suo primo romanzo, A bocca chiusa. Nel 2017 pubblica per Fernandel il suo secondo romanzo: L’abbandonatrice.
E’ presente con i suoi racconti in tantissime antologie, tra cui ricordiamo Bologna Violenta, Fucsia e I Clown Bianchi.